Una fitta rete di piste ciclabili si irradia intorno a Merano, dando la possibilità di tuffarsi in una gita in bicicletta di breve, media, lunga distanza, nella natura e fra la bellezze architettoniche. Con la bicicletta è possibile visitare Merano e i suoi dintorni con un mezzo comodo e a impatto zero sull’ambiente. Le distanze sono abbordabili e il sistema di piste ciclabili è capillare. Lungo i due fiumi che passano per Merano si sviluppano percorsi che consentono gite per tutta la famiglia. Per andare in mountain bike i dintorni della città garantiscono tracciati in abbondanza: fra strade forestali, mulattiere, sterrati gli appassionati di mountain-bike trovano pane per i loro denti.


Dolomiti Super Bike

Un nome, un programma: Dolomiti Superbike, la gara leggendaria tra le Alpi cui cimentarsi con la mountain bike.  La prima edizione della gara più dura delle Dolomiti risale al 1995 e oggi la Dolomiti Superbike si è affermata come un vera e propria leggenda, un must per chi è appassionato di mountain bike, ma soprattutto è alla ricerca di una sfida estrema.

Piacerebbe anche a te vivere questa leggenda? Pedalare per ben 119 km e scoprire gli scorci tra i più suggestivi del patrimonio naturale delle Dolomiti? E se trovi che i 119 km da Villabassa attraverso Prato Piazza fino al lago di Dobbiaco, Monte Baranci, Sesto e Croda Rossa e ritorno a Villabassa siano troppo impegnativi, puoi scegliere di sfidare il percorso più breve e affrontare 60 km. Per i bambini, non manca il tanto amato Junior-Trophy!

www.dolomitisuperbike.com

 

vino & bici

Con la bici sulle tracce del vino. La scelta è ampia. Visite a castelli, tenute e cantine vinicole incluse degustazioni di vini pregiati... tutto ciò vi attende seguendo tre itinerari situati lungo le piste ciclabili della Strada del Vino dell'Alto Adige. I tre itinerari lungo la Strada del Vino possono essere percorsi singolarmente oppure aumentando i chilometri tutti insieme.

A tutti i ciclisti amanti del buongusto viene offerto un servizio completo con vari suggerimenti e consigli per gustarsi in modo rilassato i percorsi ciclabili lungo la Strada del Vino dell'Alto Adige:

www.suedtiroler-weinstrasse.it

 

TOUR CON LA BICI ELETTRICA

"Non contiamo neanche le nostre meravigliose esperienze in sella alla bici elettrica (Pedelec). In un weekend di luglio abbiamo pedalato da Resia (Ovest) fino a San Candido (Est) attraversando tutta l'Alto Adige. Abbiamo pernottato 2 giorni a Bolzano e passato piacevolissimi momenti nei ristoranti della città. Anche i partecipanti meno allenati, in sella alla bici elettrica, hanno pedalato senza problemi per tutti i 250 km del percorso. Vi possiamo solo consigliare di prendervi 3-4 giorni di tempo, noleggiare una bici elettrica e andare anche voi alla scoperta dell'Alto Adige."
Linda Stricker e amici.

www.bici-altoadige.it

 


noleggio bici

Al punto noleggio Bici Alto Adige presso la stazione ferroviaria di Merano potete noleggiare vari tipi di biciclette e mountain bike.
Al punto noleggio Bici Alto Adige di Merano già dalle 8 di mattina sono pronti per aiutarLe nella scelta delle bici adatte ai tour che ha scelto. Potete usufruire del noleggio e dei loro servizi fino alle ore 20.00.
Informazioni:

Indirizzo
Merano, Stazione ferroviaria, Via IV Novembre n.5
Tel. +39 0473 201500
Fax +39 0473 229761

Orario d'apertura
07.04.2014 - 02.11.2014
08:00 - 12:15
13:00 - 20:00

www.bici-altoadige.it

 

Bikemobil Card

La bikemobil Card è un biglietto combinato per l'utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico e di una bici a noleggio, valido in tutto il territorio provinciale e fino a Tschierv (CH). È disponibile in versione giornaliera, per tre o sette giorni consecutivi. La bikemobil Card include l’utilizzo illimitato di tutti i mezzi di trasporto pubblico del Trasporto Integrato Alto Adige per uno, tre o sette giorni consecutivi. Durante il periodo di validità la carta consente di noleggiare una bicicletta, per una sola volta (e quindi solo per un giorno), presso i punti di noleggio situati lungo le stazioni ed in numerosi altri punti distribuiti sul territorio, recanti il contrassegno “Bici Alto Adige”.

www.mobilcard.info

 

bici taxi

L'Alto Adige è l'ideale punto di partenza per escursioni in bicicletta di più giorni al sud. Mete come Venezia, Lago di Garda, Trento, Verona, Mantova, Padova, Ferrara e altre città si lasciano raggiungere comodamente dall'Alto Adige in escursioni giornaliere o di più giorni. Non dovete far altro che noleggiare una bicicletta/bici elettrica, ed eventualmente un rimorchio per i bagagli, presso uno degli appositi punti di noleggio altoatesini, e recarvi al luogo di partenza, dal quale vi raccoglieremo insieme alla bicicletta. Al termine dell'escursione vi riporteremo in Alto Adige. Ovviamente organizziamo anche delle escursioni in Alto Adige.

www.bici-altoadige.it

 


PERCORSI MOUNTAIN BIKE

mountainbike-touren.jpg

val passiria

Tirolo - S. Leonardo in Passiria
Tirolo paese (576 m) – Via Aica – Via Passirio - Saltusio - S. Martino - S. Leonardo (693 m)
Si parte dal centro paese di Tirolo seguendo Via Aica fino a Via Giovo. In prossimità del Maso Eichenhof si attraversa la strada e si prosegue lungo un sentiero che scende attraverso i prati fino al fiume Passirio. Seguendo la pista ciclabile si continua a pedalare fino a  Saltusio, S. Martino per poi arrivare a S. Leonardo.

Difficoltà: facile
Durata: 1,5 - 2 h
Lunghezza del percorso: 40 km
Dislivello: 396 m in salita,
276 m in discesa

QUADRATHÖFE

Itinerario: Partenza presso l'azienda di soggiorno di Marlengo. Percorrere la via Mitterterz e Lebenberg; passare Castel Lebenberg e salire all' albergo Tschigg. Dall'albergo salire lungo la strada forestale "Kanzl" fi no a raggiungere la forestale che porta a Monte S.Vigilio, in corrispondenzadi un tornante (localitá Almboden).
Scendere per questa fino ai masi Egger-S. Martino. Ora su strada asfaltata passare gli alberghi Mühltal e Niederdorf. e scendere in fondovalle. Attraversato l'Adige, a dx. per ciclabile, per Lagundo-Merano si torna al punto di partenza.

Lunghezza: 25 km
Difficoltà: media
Dislivello: 1100 m

GOMPM ALM

Itinerario: Passando la funivia, imbocchiamo la stradina per Untertall, passiamo il ponte sopra la gola „Masulschlucht“ e proseguiamo attraverso il piccolo tunnel al maso “Untermeinlechner” nonché in salita aimasi “Pichlhöfe”. Da qui, procediamo sul sentiero escursionistico che ci porta ai masi “Pirchhöfe”. La strada ci  conduce al villaggio Prenn con la sua chiesetta. Poco prima però svoltiamo a sinistra nella strada forestale che ci porta in salita impegnativa al ristoro “Hochwies” e sempre in salita alla malga “Gompm Alm” e al rifugio “Hirzerhütte” a 2000 m di altitudine. Ora percorriamo il sentiero escursionistico in discesa fino al torrente e
continuiamo in direzione di Klammeben, la stazione a monte della funivia Hirzer.  roseguiamo comodamente al rifugio “Stafellhütte. Sulla stradina d’accesso scendiamo attraverso il bosco a Oberkirn, roseguiamo per circa 500 m in direzione di Prenn. Giunti alla cappella “Goberst”, svoltiamo a sinistra nella stradina che porta a Unterkirn e al “Pixner”, passiamo alcuni masi e ritorniamo sulla strada. Si chiude così il cerchio di questa escursione.

Lunghezza: 42 km
Difficoltà: difficile
Dislivello: 1500 m


Vöraner Alm

Dal parcheggio al di sotto della chiesa parrocchiale di Avelengo paese (1300 m), imbocchiamo il sentiero Hinterdorfer per seguire poi il sentiero forestale n. 16 fino alla malga Leadneralm (1514 m). Svoltiamo a sinistra
e proseguiamo sulla strada forestale ben transitabile fino alla malga Vöraneralm (1873 m). Da lì, ritorniamo indietro fino al sentiero forestale n. 2 che svolta a destra in direzione della malga Wurzeralm (1707 m). Vi preghiamo di prestare attenzione agli escursionisti! Il sentiero è pieno di radici - in caso di necessità scendere
dalla bicicletta e continuare a piedi. Il ritorno avviene attraverso la via forestale al punto di partenza ad Avelengo.

Chilometri: ca. 18 km
Tempo: ca. 4 ore
Livello di difficoltà: medio

Val D'ultimo

Dapprima attraversiamo la diga a S. Valburga per portarci sull’altro lato della valle. Al termine a destra sulla strade forestale che risale la valle costeggiando il lago. Avanti diritti lungo il rio Valsura. Al km 4,7 sbocco sulla strada asfaltata che a sinistra percorriamo per un breve tratto, quindi di nuovo a destra su sentiero forestale
procedendo fino a sfociare sulla strada fondovalle e proseguendo su quest’ultima in direzione di S. Geltrude.
Al km 10 svoltiamo a sinistra oltre il ponte sulla strada forestale. Dopo 600 m ca. a destra sull’ampio sentiero escursionistico fino ai larici millenari. Scendiamo sulla strada per ritornare su quella del fondovalle. Procediamo dunque sulla strada principale nuovamente verso l’uscita della valle fino a S. Nicolò – centro. Alla
chiesa proseguiamo a destra (sentiero dei masi) fino a Pracupola. Sbocchiamo infine sulla strada del fondovalle che percorriamo costeggiando il lago di ritorno al punto di partenza.

Chilometri: 25
Dislivello complessivo: 432 m
Difficoltà: facile

Claudia Augusta

Un viaggio a ritroso nel tempo, lungo la storica via del commercio e della cultura risalente all’Impero romano. La ciclabile dell’Adige sull’antica Via Claudia Augusta è un’esperienza indimenticabile per chi ama la bici e la storia. 

Duemila anni fa i Romani costruirono una strada imperiale per attraversare le Alpi: la “Via Claudia Augusta”. Partiva da Altino vicino a Venezia e da Ostiglia sul Po per raggiungere il Passo Resia e poi proseguire, attraverso il Fernpass, fino a Donauwörth in Baviera. Oggi l’antica arteria imperiale è diventata una splendida ciclabile di 700 km, 80 dei quali si snodano attraverso la Val Venosta. Da Passo Resia la Via Claudia Augusta attraversa la Val d’Adige per arrivare fino a Salorno, all’estremità meridionale dell’Alto Adige.    

Il percorso, di difficoltà medio/facile, alterna tratti asfaltati a tratti in sterrato e si snoda tra meravigliosi boschi, prati e frutteti della Bassa Val Venosta, regalando panorami naturali e architettonici di grande bellezza. Ma è l’intera ciclabile dell’Adige ad offrire innumerevoli luoghi d’interesse storico-culturale, aree dove è anche possibile concedersi una grigliata e punti di ristoro per rifocillarsi. Il percorso misura complessivamente 148 chilometri.    

Tempo: 7 ore
Lunghezza: 148 km
Grado di difficoltà: facile


AUGUSTOUR

PEDALANDO SULLA VIA CLAUDIA AUGUSTA

05.09.2014 – 07.09.2014. L’AUGUSTOUR non è una competizione, bensì una manifestazione cicloturistica. Tutti gli iscritti pedalano nel corso delle tre giornate lungo una parte della ciclabile Via Claudia Augusta. In primo piano vi sono il divertimento ed il piacere di pedalare lungo il tracciato della manifestazione. Ogni partecipante può seguire il proprio ritmo, fermarsi dove vuole senza stress, rifocillarsi alle numerose stazioni di sosta e usufruire del nostro trasporto bagaglio. La prima edizione dell´AUGUSTOUR si svolge quest’anno in settembre (dal 5 al 7), in occasione della celebrazione dei 2000 anni dalla morte dell’Imperatore Augusto, che quest’anno ha visto l’organizzazione di numerose manifestazioni. In futuro l’AUGUSTOUR aprirà la stagione cicloturistica in aprile.

www.augustour.it